Come praticare una buona Meditazione

(Premessa: per praticare questa Meditazione è necessario credere che Dio esiste)

Perchè perdere il nostro (prezioso) tempo a meditare?

 

Vi do almeno 4 buoni motivi per farlo:

 

  • 1. perchè meditare ci porta in alto

  • nel senso che ci aiuta a vedere i problemi non “da dentro”, ma “dal di fuori”. Capita anche a voi di avere un problema e di non riuscire a trovare la soluzione? Poi – per fortuna – dobbiamo distogliere la nostra mente dal problema perchè dobbiamo occuparci anche di altro e quando meno ce lo aspettiamo…capiamo qual è la cosa giusta da fare! Non è magia, è semplicemente che abbiamo permesso alla nostra mente di riposarsi e lei ci ha dato ciò di cui abbiamo bisogno. Ecco, con la meditazione questo processo avviene più velocemente e (soprattutto) meglio.

 

  • 2. perchè meditare ci fa diventare persone più positive

  • siamo talmente abituati ad ascoltare notizie negative di ciò che dicono giornali e tv, il vicino di casa che si lamenta che il mondo era meglio una volta e che oggi va tutto a rotoli, da non accorgerci più del bello e delle cose buone che (ancora) ci circondano: una mamma che abbraccia il proprio figlio, i fiori di un giardino che crescono senza che nessuno si curi di loro, il sole che continua ad essere alto nel cielo. Lla meditazione ci dà occhi nuovi per vedere tutto con uno sguardo diverso.

 

  • 3. perchè meditare produce tranquillità, aumento del flusso di idee e creatività, capacità di “problem solving”

4. perchè meditare ci fa diventare persone migliori

 

 

  • lo so, è così difficile volerci bene, i nostri tanti – sono veramente tanti o siamo noi a vederli tali? – difetti vengono fuori ogni giorno e siamo incazzati con noi stessi per come ci comportiamo anche con gli altri. E’ così faticoso “perdonare”  perchè il dentifricio non è al suo posto e ci capita di fare una scenata a qualcuno solo perchè vogliamo che le cose vadano come vogliamo noi. Vogliamo cambiare ma non ci riusciamo. Non da soli almeno. Una buona notizia: possiamo chiedere aiuto a Dio. Con la meditazione gli creiamo lo spazio perchè Lui trasformi il nostro modo di vedere noi stessi e le persone che ci sono attorno.

Non so a voi, ma a me sembrano motivi più che validi per perdere un pò del nostro tempo e dedicarci a qualcosa che ci fa (davvero) stare meglio. Ora vi dico come io pratico la Meditazione, così da darvi degli spunti utili:

 

  1. Mi prendo MEZZ’ORA DI TEMPO, possibilmente verso sera dopo cena (che così ho terminato i lavori di casa, marito e figlia sono spiaggiati sul divano e io mentalmente sono più rilassata)

  2. MI PREPARO MENTALMENTE  A INCONTRARE DIO NELLA MEDITAZIONE

  3. CERCO UN POSTO TRANQUILLO lontano da rumori e distrazioni

  4. PENSO CHE DIO HA QUALCOSA DI IMPORTANTE DA DIRE su quello che è successo durante la giornata

  5. LEGGO IL VANGELO DEL GIORNO cercando di leggere piano per gustarmi ogni parola (se non ce l’avete a casa, potete trovarlo in qualsiasi libreria cattolica)

  6. MI SOFFERMO SULLA FRASE (O SU UNA SINGOLA PAROLA) CHE MI COLPISCE DI PIU’ e provo a capire: cosa c’entra con la mia vita? Cosa mi sta dicendo questa frase / parola?

  7. CONCLUDO RINGRAZIANDO DIO (non serve usare dei paroloni, diciamogli anche solo grazie per tutto quello che ha fatto – e continua a fare – per noi) ed eventualmente gli chiedo di realizzare per me le cose che mi stanno a cuore.

  8. RITORNO ALLE MIE FACCENDE QUOTIDIANE.

 

Dopo questo momento di Meditazione mi sento più motivata a fare le cose e provo una contentezza che da sola non potrei darmi

 

Quelle volte che invece non mi succede, è perchè durante la meditazione sono rimasti i miei pensieri a frullarmi in testa, capita. Vi posso garantire che tutte le volte che ho resistito alla tentazione di saltare il mio momento di Meditazione, perchè magari mi sembrava più urgente – o più bello – fare altro (pulire casa, guardare la tv, leggere il mio libro preferito…) non sono mai stata delusa. Vi consiglio di provare, io la pratico da molti anni e vi garantisco che la Meditazione aiuta davvero a diventare persone più positive verso la vita.