MYSELF

PROPOSITI 2017: COSA NON VOGLIO PIU’ FARE

Siamo noi a poter decidere cosa mettere dentro o lasciare fuori dalla nostra vita

Lo so, i buoni propositi di solito si fanno a Dicembre, perchè si ha la sensazione (o l’illusione) che il giorno dopo il 31 dell’ultimo mese dell’anno tutto possa cambiare in meglio, che quello che non siamo riusciti a realizzare potrà magicamente avverarsi. E allora scriviamo – sulla carta o nella nostra mente – liste chilometriche di desideri, progetti per l’anno nuovo e cose che vogliamo assolutamente portare a termine.

Io sono tra quelle che la lista la fa tutti gli anni. Mi piace, mi dà quella giusta carica per provare a realizzare i miei piccoli-grandi sogni, mi aiuta a superare con più ottimismo le inevitabili difficoltà che il quotidiano porta con sè.

Quest’anno sono un pò in ritardo (ma neanche tanto). Stavolta però voglio fare una cosa diversa: non “cose che voglio fare”, ma mettere nero su bianco “cose che non voglio più fare” nel 2017.

NON VOGLIO PENSARE A TUTTO IO NELLA GESTIONE DELLA CASA

Corri in lavanderia. Fai la lavastoviglie. Fai la lavatrice. Stira. Fai la spesa. Pensa a cosa preparare per pranzo e cena. Prepara i pasti. Apparecchia la tavola. Sparecchia. Pulisci casa. Vai a prendere Aurora da scuola. Porta Aurora a teatro. Eh no, basta! Se è vero che siamo in tre, possiamo dividerci i compiti in tre, non sta scritto da nessuna parte che devo fare tutto io. Mi correggo, sta scritto nella mia mente, perchè se le cose sono andate avanti così per parecchio tempo, è perchè io l’ho accettato. Mi trovavo la scusa che lui ha un lavoro pesante, che è via da casa parecchie ore, che Aury è tanto impegnata con la scuola. Mi sono dimenticata che anch’io ho diritto a sedermi ogni tanto a leggere un giornale. Mi sono dimenticata che siamo una famiglia e che ognuno ha il dovere di fare la sua parte.

NON VOGLIO DIRE TUTTO DI ME A TUTTI

Finora ho sempre creduto che era bello potersi mostrare agli altri per quella che sono, senza preoccuparmi di quello che potevano pensare di me. E’ successo anche quando ho detto a due miei amici che mi prendevo un pò di pausa dal mio precedente lavoro per dedicarmi al blog. Non hanno capito, hanno espresso un giudizio che era davvero fuori luogo. Poi, però, li ho assolti, perchè mi sono resa conto che non è che non volevano capire, ma non potevano capire,  perchè hanno una visione limitata della vita e questa mia svolta lavorativa non rientrava nei loro schemi mentali. Ho deciso che i miei pensieri, le mie idee, i miei progetti, sono come perle preziose che vanno consegnate solo a chi sa farne un buon uso, solo a chi è capace di trattarle con rispetto.

NON VOGLIO AVERE PAURA DI SPENDERMI PER CONOSCERE GENTE NUOVA

Mi sono resa conto che io e lui abbiamo costruito nel tempo una piccola rete di amicizie “sicure” dove, quando ti incontri, vai a colpo sicuro e sai più o meno gli argomenti che verranno fuori quella sera. Uscire invece con gente nuova costa fatica, perchè non conosci bene chi ti sta di fronte, devi raccontare chi sei, cosa fai, insomma devi cominciare tutto daccapo. E poi può deludere, perchè magari ti sei speso, ti sei messo in gioco, per poi scoprire dopo diversi incontri, che tra te e loro non potrà mai nascere un’amicizia. Beh, correrò il rischio di rimanere delusa, ma voglio correrlo questo rischio, perchè quando allarghi il giro delle amicizie e capisci che può nascere un certo feeling, ti si apre un mondo inaspettato, conosci posti nuovi e  cambi le tue vedute.

NON VOGLIO PRETENDERE  LA PERFEZIONE IN TUTTO QUELLO CHE FACCIO

La casa sempre pulita e in ordine. Tante idee per il mio blog. Aurora che non ha problemi a scuola. Io sempre truccata e vestita bene tutti i giorni. Lui che torna a casa presto la sera e prepariamo insieme la cena. Questo è quello che vorrei. Ma la realtà è bene diversa: mi capita di passare per casa a raccogliere i calzini lasciati in giro, decidere se nel poco tempo che ho a disposizione faccio la spesa o pulisco casa. Provo a pensare a nuovi articoli da scrivere qui nel blog che possano essere interessanti e utili a chi mi legge, ma non mi vengono in automatico, ci devo pensare e buttare prima giù qualche idea. Aurora fa fatica in alcune materie ed è stressante spronarla ad avere più fiducia nelle sue capacità. Io, che mi sveglio la mattina e decido all’ultimo momento come vestirmi, prendo la prima cosa che mi capita nell’armadio e se mi do un pò di fondotinta è già tanto. Questa è la realtà. Sono stanca di provare a tenere tutto sotto controllo, di arrivare dappertutto, per poi provare solo stress e rabbia. Mi voglio concedere la possibilità che la mia vita sia meravigliosamene imperfetta e che vada bene così.

NON VOGLIO AVERE LA PRETESA DI PIACERE A TUTTI

Vuoi per l’educazione che ho ricevuto, vuoi per il mio carattere, vorrei sempre sentirmi dire “brava”. Ho sprecato molto del mio tempo cercando di piacere a tutti, a fare le cose che gli altri si aspettavano da me. Non voglio più permetterlo. Voglio esercitare la libertà di essere quella che sono e dire ciò che penso. Voglio correre il rischio di fare cose che agli altri non piacciono, di dire cose che gli altri non approvano. Voglio essere LIBERA di essere solo me stessa.

NON VOGLIO PRETENDERE DI ESSERE FELICE TUTTI I GIORNI

Da quando ho fatto psicoterapia e ho trovato un buon equilibrio con me stessa, faccio molta fatica ad accettare che non posso essere sempre felice allo stesso modo. Ci provo a vedere il positivo di quello che mi succede, anche nelle cose che non vanno sempre dritte, ma quando ci sono giorni in cui piove, non hai l’ombrello, Aury ti dice che ha preso un brutto voto a scuola e lui viene a casa tardi che non riesci a scambiarci neanche due parole, non è facile. Ecco, ci sono giornate così. Giornate che finora mi hanno fatto arrabbiare, perchè non riuscivo a vedere un barlume di positività in tutto ciò. Voglio semplicemente accettare che non posso essere sempre felice in tutti i momenti e aspettare con pazienza giornate migliori, perchè arrivano, se imparo ad aspettarle.

NON VOGLIO RINUNCIARE AI MIEI SOGNI

Da piccola i miei genitori mi hanno educato dicendomi “la vita è faticosa”, “accontentati”, “non pretendere la luna”. Voglio invece darmi la possibilità di pensare in grande, di sbagliare e cadere anche, ma di provare a rialzarmi sempre, di credere che i sogni si possono realizzare, anche se la routine e i problemi di tutti i giorni sembrano ostacoli a volte insormontabili per poterli realizzare. Nel mio piccolo sto inseguendo il mio sogno, che è il blog, ci sto provando e per me già questo “provarci” è un successo. Provare a inseguire i miei sogni è quello che mi fa alzare la mattina con la voglia di mettermi in gioco, di vedere cosa riesco a fare e come lo riesco a fare. No, non voglio rinunciare a tutto questo.

Comments (6)

  • Si, è proprio così cara Loretta! sono i nostri piccoli e grandi sogni che ci regalano ogni giorno nuova energia! ecco perchè, come te, mi sono presa una pausa dal lavoro per cercare altro! buona fortuna !!!

    Rispondi
    • Ciao Barbara, mi fa molto piacere conoscerti ed è bello sapere che c’è qualcuno come te (e me) disposto ad accettare che il rischio che la vita ci chiede di affrontare è il prezzo da pagare per provare ad inseguire quello che desideriamo veramente fare. Dobbiamo anche accettare che molti non capiranno la nostra scelta, ma sono anche quelli che proveranno invidia quando le cose che desideriamo fare poi si realizzano. L’importante per me in questo momento è avere l’appoggio della mia famiglia, che mi sostiene comunque vada questa esperienza. Sono convinta che in fondo la vita è breve e che abbiamo il dovere di viverla fino in fondo, sfruttare tutte le occasioni che la vita ci offre. Meglio averci provato che avere dei rimpianti per non averci provato! Spero che mi scriverai altre volte, così ci conosceremo meglio e condivideremo il nostro entusiasmo per questa nuova opportunità che ci siamo regalate! Un abbraccio

      Rispondi
  • Ciao Lory hai detto bene ” la vita è troppo breve ” per non viverla al meglio , condivido pienamente questo tuo entusiasmo di seguire i tuoi sogni e non rinunciare mai alla tua libertà di pensiero !
    Ti abbraccio

    Rispondi
    • Mi rendo conto di stare facendo una scelta coraggiosa che non so ancora dove mi porterà, ma anche solo il provarci è già un successo per me, e hai ragione la vita è breve e a volte la sprechiamo con troppi ragionamenti su cosa è meglio o non è meglio fare, abbiamo paura di sbagliare, invece è anche sbagliando che impariamo dai nostri errori. Un caloroso abbraccio!

      Rispondi
      • Certamente Lory , mettersi in discussione è senz’ altro una scelta non facile e non è da tutti ma è talmente bello seguire un sogno e provare a fare ciò che si desidera….sei sulla strada giusta …..evvai….!!! KISS

        Rispondi
        • Hai ragione, preferisco vivere di sbagli che di rimpianti per non averci provato! Un mega kiss anche a te

          Rispondi

Write a comment